POSIZIONAMENTO GOOGLE E WEB MARKETING

Posizionamento Google e web marketing

Techiche di posizionamento Google

...senza svelare troppo i segreti del mestiere...

Analisi delle parole chiave

Prima di avviare le attività di indicizzazione e posizionamento, il passo fondamentale è una corretta analisi delle parole chiave. E' necessario individuare quali sono le paroli chiave e le combinazioni di parole chiave che l'utente inserirà nel motore di ricerca.
Si controlla che le parole chiave individuate siano effettivamente diffuse nel loro utilizzo nelle ricerche (ci sono siti che offrono informazioni sulle ricerche effettuate sul WEB).
Individuate le parole chiave, altro passo importante è l'analisi concorrenza: si individuano i concorrenti, ossia i siti che compaiono in testa alle ricerche, attraverso la lettura del codice delle pagine e della struttura del sito si studiano le tecniche applicate e soprattutto su quali parole chiave la concorrenza ha puntato e su quali no. Competere su parole chiave largamente utilizzate o su parole chiave di basso utilizzo è puramente una questione di investimenti. L'ultimo passo consiste nello stilare una classifica delle parole chiave individuate, ponderando la frequenza di utilizzo e le chances di successo. E' in questo momento che si ha un'idea delle attività da svolgere e dei relativi costi. Le attività di Indicizzazione e Posizionamento considereranno tale classifica.

Indicizzazione

L'Indicizzazione di un sito in un motore di ricerca è l'inserimento del sito o dei contenuti del sito all'interno della base dati del motore stesso. Per ottenere l'indicizzazione è sufficiente notificare al motore l'esistenza del sito. Per essere indicizzati in Google, fino a qualche mese fa era necessario essere linkati da un altro sito già indicizzato: oggi pare non sia più così. E' inoltre utile richiedere l'inserimento del proprio sito in altri siti che trattino lo stesso tema (ciò richiede un paziente lavoro di ricerca per individuare quali siti permettono l'inserimento di collegamenti al proprio sito). Infine si ha un significativo riscontro dall'indicizzazione nei motori di ricerca italiani: per citarne alcuni http://www.sititalia.it, http://www.elenco-aziende.com, http://www.a-zeta.it
IdeaWeb, durante l'attività di indicizzazione dei siti, ha steso proprio elenco composto da più di oltre 60 motori di ricerca e directory italiane, selezionati per la qualità dei link e monitorati nel tempo per la verifica dell'effettivo inserimento.
Alcuni siti propongono l'inserimento solo a seguito di uno scambio link. Qui è necessario essere prudenti, e valutare due aspetti: il primo è la qualità del link entrante. Il secondo è la verifica che il sito non sia bandito dal motore di ricerca.

Posizionamento

Per posizionare un sito ai vertici dei risultati di ricerca si opera in due direzioni:

  • Collegamenti entranti da altri siti
  • Organizzazione, contenuti e codice delle pagine del sito
Ognuno dei due aspetti porta dei risultati in termini di posizionamento. Lavorando su entrambi si ottengono i risultati migliori. I motori di ricerca danno molto peso ai collegamenti entranti da altri siti secondo la logica della popolarità : più un sito è interessante, più collegamenti avrà da altri siti. Inoltre un link da un altro sito è un voto considerato estremamente obiettivo, poichè non influenzabile.
I contenuti del sito sono l'altro fattore determinante: un sito deve essere composto da almeno una trentina di pagine (preferibilmente un centinaio) con contenuti pertinenti e strutturate con attenzione dal punto di vista di titoli, paragrafi e collegamenti.
Recentemente lo studio dei risultati del posizionamento porta a ritenere che assuma più importanza il contenuto dei siti rispetto ai link entranti. Ci sono due motivazioni a supporto di tale ipotesi: il criterio dei link entranti è noto e diffuso, i webmaster hanno fatto di tutto e di più per ottenere link entranti cosicchè il criterio abbia perso di obiettività . La seconda motivazione sta nel miglioramento della qualità precisione degli progammi di analisi dei contenuti e categorizzazione/indicizzazione semantici. Se un tempo ricercando per "letto a castello" i risultati davano una serie di libri di fiabe, oggi è più facile vi venga proposta l'Ikea o qualche falegname locale.

Quali sono i tempi necessari per ottenere un buon posizionamento?


I motori di ricerca rispondono con lentezza sul posizionamento.
Ci vogliono 4-5 mesi per osservare i primi risultati.
Entro 1 anno si realizza il posizionamento interessato.
Può sembrare anomala questa lentezza: i motori di ricerca fanno questo per evitare che i webmaster colgano quali sono le tecniche più efficaci. Va ricordato che uno degli obiettivi principali di un motore di ricerca è l'obiettività : se divengono noti con facilità i criteri di posizionamento, saranno applicati con facilità e tra i risultati si vedranno solamente i siti che hanno applicato le tecniche adatte, e non i siti che sono pertinenti per contenuto.

Tecniche da non utilizzare

Senza entrate troppo nei dettagli delle spiegazioni, si conclude suggerendo alcune tecniche che non è consigliabile utilizzare:
  • Inserire molte pagine nel sito con contenuti identici o anche simili (cloacking)
  • Creare delle doorway page (pagine civetta) con redirect (il reindirizzamento automatico ed immediato ad ul'altra pagina)
  • Affiliarsi a programmi di diffusione
  • Inserire link ad altri siti non controllati da un esperto
Richiesta informazioni
Privacy Policy